Grandeciclismo

Altre corse ed argomenti - discussione delle corse

purpo - Sab Gen 20, 2007 11:47 pm
Oggetto: discussione delle corse
voglio aprire questo topic per discutere delle corse e dei loro risultati con tutti voi. Al momento prendo un link di grandeciclismo dove c'è il calendario di gennaio con tutti i vicnitori (anche se ora è vuoto) e potremo vedere lì i vari risultati e parlare.

GENNAIO 2007

tonyksoox - Dom Gen 28, 2007 2:45 pm
Oggetto:
ottima idea!
purpo - Dom Gen 28, 2007 8:25 pm
Oggetto:
grazie, spero che su questo forum si iscriva qualcuno
grandeciclismo - Lun Gen 29, 2007 4:03 pm
Oggetto:
il primo risultato di un certo rilievo è che Boonen oggi ha battuto Petacchi al giro del Qatar
Alessandro Petacchi: “I miei compagni hanno preso in mano la gestione dello sprint quando mancavano due km all’arrivo. Nei metri finali sono stato affiancato da Boonen pilotato da un suo compagno. Tom mi ha anticipato, ho preso la sua ruota ma non sono riuscito a rimontarlo. Mi ritengo comunque soddisfatto perché era il mio primo vero sprint dopo otto mesi e non era facile dal punto di vista mentale. Le sensazioni sono buone e questo è importante per me”.
purpo - Lun Gen 29, 2007 4:31 pm
Oggetto:
grazie non avevo ancora visto... comunque speriamo che petacchi si riprenda dalla sua scorsa stagione, un secondo posto dopo otto mesi dopotutto è già una buona cosa e ci sono buone premesse per fare una stagione discreta. Comunque secondo me petacchi è ancora forte ma non più ai livelli di 2-3 anni fa, voi che ne pensate?
tonyksoox - Mar Gen 30, 2007 4:18 pm
Oggetto:
Boonen-Petacchi 2-0 che ne pensate?
purpo - Mar Gen 30, 2007 6:26 pm
Oggetto:
che petacchi si deve dar da fare se vuole vincere da subito
cherubino - Mar Gen 30, 2007 9:08 pm
Oggetto:
La Milram non è la Fassa Bortolo ed è evidente sempre più.
Poi purtroppo quell'infortunio non è stata una passeggiata.
Spero vivamente di rivederlo vincere a modo suo, al più presto.

Forza Alejet!!
purpo - Mer Gen 31, 2007 7:42 pm
Oggetto:
intanto ecco il calendario di febbraio:


e ho letto che boonen ne ha vinta un'altra, povero Alejet, non ne azzecca una
tonyksoox - Ven Feb 02, 2007 2:43 pm
Oggetto:
ancora Boonen, Petacchi a bocca asciutta
purpo - Ven Feb 02, 2007 11:08 pm
Oggetto:
intanto oggi è iniziato il langkawi, e la prima tappa è andata a Loddo (selle Italia) ecco l'articolo pubblicato su grandeciclismo:

Il Tour de Langkawi, la corsa malese in 11 tappe, è cominciato nel segno di un italiano, il sardo Alberto Loddo (Selle Italia - Diquigiovanni). Il velocista diretto da Gianni Savio ha superato due uomini della Panaria, gli argentini Ruben Bongiorno e Maximiliano.

Per Loddo dovrebbe essere la seconda vittoria del 2007, dopo una alla vuelta al tachira. Speriamo che continui così
purpo - Dom Feb 04, 2007 8:54 am
Oggetto:
Langkawi: tappa a Richeze 2° tappa e 2° sprint in Malesia, al Tour de Langkawi. Stavolta ad imporsi è stato l'argentino della Panaria Maximiliano Richeze davanti al sudafricano Impey e a Loddo, vincitore ieri. Nella generale Richeze scalza Loddo al vertice. Domani si continua con una delle tappe più impegnative

grazie agli abbuoni richeze adesso è primo, mentre continua a piazzarsi loddo, secondo me di questo passo potrà fare una buona stagione
cherubino - Dom Feb 04, 2007 4:42 pm
Oggetto:
Pensate che UCI potrà veramente annullare la Parigi Nizza per l'esclusione della Unibet.com?

E' vero che i francesi sono particolari e a volte esagerano, ma la battaglia che i grandi organizzatori stanno portando avanti contro il pro-tour, secondo me è giusta!
grandeciclismo - Lun Feb 05, 2007 3:51 pm
Oggetto:
Giustissima! Le regole si dovrebbero scrivere tenendo conto delle problematiche di ogni categoria: corridori, organizzatori, squadre...
Poi chiaramente la Federazione deve fare le regole, ma prima dovrebbe fare un tavolo di lavoro per cercare di venire incontro alle esigenze di chi fa le corse, altrimenti chi governa lo fa solo per i propri interessi
purpo - Lun Feb 05, 2007 8:52 pm
Oggetto:
io penso che il protour dovrebbe essere proprio tolto da mezzo, comunque credo che sia giusto asseganre le wild card solo a chi è veramente interessato, col protour partecipavano le squadre, ma i loro campioni se ne fregavano
purpo - Lun Feb 05, 2007 8:55 pm
Oggetto:
Langkawi, ancora Loddo Dopo la prima tappa, Alberto Loddo si è imposto anche nella quarta del Tour de Langwaki. Il velocista sardo della Selle Italia - Diquigiovanni ha superato allo sprint l'argentino Richeze ed il sudafricano Impey. Al vertice della classifica generale resta il francese Anthony Charteau (Credit Agricole), vincitore della tappa di ieri

Da grandeciclismo ho preso l'articolo. Oggi vittoria di Loddo, 2a al langkawi e 3a stagionale. Il leader resta charteau, ma c'è un altra cosa da dire:

Sevilla e Ullrich verso il ritorno La spagnola Relax-Gam ha appena messo sotto contratto per un anno Oscar Sevilla e sembra vicina a chiudere anche per Jan Ullrich. Il tedesco e lo spagnolo erano rimasti invischiati a lungo nell'inchiesta che ruota attorno al dottor Fuentes, ma dalla quale non è ancora emerso niente di realmente concreto. La Relax ha già in organico Francisco Mancebo, Santiago Perez, Jan Hruska e Angel Vicioso, tutti corridori rimasti coinvolti in casi di doping

Probabilmente jan non andrà ne alal tinkoff ne alla discovery, infatti sta per chiudere in spagna con la relax, ma voi che ne pensate di tutti questi acquisti particolari della relax?
purpo - Lun Feb 05, 2007 8:58 pm
Oggetto:
E intanto ho trovato l'articolo sulla 3a tappa del langkawi che posto qui:

Langkawi, comanda Charteau La terza tappa del Tour Langkawi ha, come previsto, rivoluzionato tutta la classifica. Il francese Anthony Charteau (Credit Agricole) si è reso protagonista di un'azione solitaria che l'ha portato vittorioso al traguardo con quasi 4' sul colombiano Pedraza e 4 e mezzo sugli altri francesi Voeckler e Le Boulanger. Charteau guida anche nettamente la classifica generale, sempre con 4' su Pedraza

Charteau ha stravinto e penso che la vittoria finale sarà la sua se riesce a tenere a bada voecler facendo un pò di tattica, magari neanche vincendo le altre tappe fondamentali
purpo - Mar Feb 06, 2007 3:17 pm
Oggetto:
5a tappa del langkawi:
Langkawi, la terza di Loddo Ancora uno sprint vincente di Alberto Loddo nel Tour di Langkawi, giunto alla sua quinta tappa. Il velocista della Selle Italia - Diquigiovanni ha preceduto ancora una volta l'argentino Richeze portando così a tre il numero di vittorie nella corsa malese. Al comando della classifica generale regge ancora la netta leadership di Anthony Charteau (Credit Agricole) che guida con 4' di vantaggio sul colombiano Pedraza

Ancora Loddo, 3a per lui al Langkawi. Complimenti ad Alberto
purpo - Mar Feb 06, 2007 8:41 pm
Oggetto:
Ecco l'articolo sull'Ouverture de Marseille

Hunt, vittoria in incognito La prima corsa del calendario europeo 2007, la francese GP Ouverture Marseilleise, ha visto il successo del britannico Jeremy Hunt (Unibet) che ha battuto in uno sprint a due il giovane russo, campione olimpico su pista, Mikhail Ignatiev (Tinkoff). La corsa però è stata segnata da un episodio che non mancherà di far discutere: la Unibet di Jeremy Hunt ha dovuto correre con una maglia senza il nome dello sponsor perchè la legge francese vieta la pubblicità al gioco d'azzardo. Considerato che la Unibet è una delle squadre emergenti che si propone con maggiore forza e che ha ottenuto una licenza Pro Tour il caso farà certamente discutere, perchè i dirigenti non potranno accettare di correre tutta la stagione in Francia senza mostrare il proprio sponsor. Domani, sempre in Francia, prende il via l'Etoile de Besseges, una corsa a tappe che si concluderà domenica

Vittoria della Unibet ma anche un nuovo caso che le gira intorno dopo quello delle wild cards per il Giro la Vuelta il Tour e le altre corse
cherubino - Mer Feb 07, 2007 4:37 pm
Oggetto:
Nessuno conosceva la legge francese riguardo alla sponsorizzazione?

Si sa che in Francia le auto e le moto sponsorizzate dalle aziende di sigarette non possono portare il loro marchio.
Forse la società avrebbe dovuto informarsi.
purpo - Mer Feb 07, 2007 8:31 pm
Oggetto:
sicuramente avrebbe dovuto informarsi, però penso che sia ora che tutto lo sport tolga da mezzo pubblicità su giochi d'azzardo (per quanto controllati dalla legge) e sulle sigarette, non sono un buon esempio per i giovani
purpo - Mer Feb 07, 2007 8:33 pm
Oggetto:
e comunque arrivano altre buone notizie dalla terra malese:

Imbattibile Loddo E sono quattro. Il cagliaritano Alberto Loddo ha centrato l'ennesima volata vincente al Tour de Langkawi, la corsa malese che si concluderà domenica. Lo sprinter della Selle Italia - Diquigiovanni ha superato per l'ennesima volta l'argentino Richeze della Panaria, infilando la terza vittoria consecutiva e la quarta in totale in questa corsa. Davvero notevole per un corridore che è tornato alle corse nella passata stagione dopo aver appeso la bici al chiodo. Gianni Savio gli ha ridato fiducia e serenità ed i risultati sono questi. Al comando della classifica c'è ancora saldamente il francese Charteau (Credit Agricole).

Grande Alberto, continua così Very Happy Very Happy Very Happy
purpo - Mer Feb 07, 2007 8:35 pm
Oggetto:
E intanto, sempre dal sito di grandeciclismo, ecco la presentazione della Coppa Etrusca, con tanto di percorso

Sarà sfida Petacchi-Bettini al Costa Etrusca Lungo l'intero litorale a sud di Livorno si vive la vigilia degli appuntamenti importanti: sabato 10 febbraio tra San Vincenzo e Donoratico si disputa l'Ouverture Nobili Rubinetterie - 12° Gran Premio Costa degli Etruschi, evento al quale sono annunciati protagonisti sia il campione del mondo Paolo Bettini (Quick Step Innergetic) che lo spezzino Alessandro Petacchi (Team Milram). Da settimane in tutta la zona si è acceso un fortissimo dibattito che divide i tifosi. Indubbiamente la passione lega questo territorio a Paolo Bettini e nella prima parte la corsa transita per La California, proprio davanti la casa natale e davanti lo storico club del campione del mondo. Tutti qui si aspettano una dimostrazione del valore del campione che durante la presentazione della manifestazione non si è certo sottratto alle responsabilità del simbolo che rappresenta: "non sarò a Donoratico solo per mostrare la maglia di campione del mondo ma per essere protagonista - ha commentato". D'altra parte Alessandro Petacchi qui ha vinto le due ultime edizioni della gara conquistandosi le simpatie degli appassionati in tutta la zona. Inoltre lo spezzino è a digiuno di vittorie ed ha bisogno di un successo che gli doni il primo sorriso stagionale. Sarà dunque un confronto al quale è praticamente impossibile rinunciare.
La RAI, cogliendo al volo l'occasione, ha disposto la trasmissione per 30' in differita dell'evento a partire dalle ore 16.35. Il commento sarà affidato ad Alessandro Fabretti e Gigi Sgarbozza mentre la regia sarà curata da Nazareno Balani.
A cercare di guastare i progetti e la festa annunciata di Bettini e Petacchi ci proveranno soprattutto Francesco Chicchi (Liquigas) e Daniele Bennati (Lampre Fondital); così come Luciano Pagliarini (Saunier Duval Prodir), Crescenzo D'Amore (OTC Doors Lauretana), Andrus Aug (Ceramica Flaminia), Fabrizio Guidi (Barloworld) e Daniele Di Nucci (Universal Caffe' Ecopetrol), Tom Steels (Predictor Lotto), quest'ultimo nonostante la recente caduta.
Una simpatica ed interessante iniziativa vede protagonisti i giornalisti Edita Pucinskaite e Stefano Fiori che, subito dopo il via della gara, presenteranno il libro TOSCANACICLISMO 2006, realizzato con il patrocinio del Comitato Regionale della FCI. La presentazione avrà luogo sabato, alle ore 11, presso il Palazzo della Cultura a San Vincenzo.
Il PERCORSO
Km 193 in totale così distribuiti:
partenza ore 10,45 da San Vincenzo quindi
1 primo giro per San Vincenzo, Donoratico, La California, Cecina, Guardistallo, Cecina, Guardistallo, Bibbona, Loc. Capanne, Donoratico: Km 93,650
Poi un circuito di km 24,300 da ripetere 2 volte (tot km 48,600) per San Giusto, Ponte Fossa di Bolgheri, Ponte Loc. Frantoio, Loc. San Guido e Donoratico)
Quindi un circuito di km 10,150 da ripetere 5 volte per un totale di km 50,750 per Donoratico, Loc Accattatane, Loc. San Giusto, Loc. Il Bombolo, Donoratico (arrivo previsto ore 15.30 circa)
purpo - Gio Feb 08, 2007 9:18 pm
Oggetto:
Langkawi, vittoria giapponese Vittoria a sorpresa nella settima tappa dela Langkawi, per un corridore giapponese, Shinichi Fukushima (Team Nippo), che ha battuto Elia Aggiano (Tinkoff). La tappa è stata decisa da una fuga e la classifica è rimasta solidamente in mano al francese Anthony Charteau (Credit Agricole), con Fukushima che ha scavalcato il colombiano Pedraza al 2° posto, ma tutto a grande distanza dalla vetta, ben 3 minuti e mezzo. Alla conclusione mancano due delle tappe più impegnative, domani e dopodomani, ed un circuito cittadino, domenica

Forse c'è la possibilità del pokerissimo per alberto loddo! Comuqnue, qualcuno sa darmi delle notizie sul corridore che ha vinto oggi? io non lo ho mai sentito nominare
purpo - Gio Feb 08, 2007 9:18 pm
Oggetto:
Langkawi, vittoria giapponese Vittoria a sorpresa nella settima tappa dela Langkawi, per un corridore giapponese, Shinichi Fukushima (Team Nippo), che ha battuto Elia Aggiano (Tinkoff). La tappa è stata decisa da una fuga e la classifica è rimasta solidamente in mano al francese Anthony Charteau (Credit Agricole), con Fukushima che ha scavalcato il colombiano Pedraza al 2° posto, ma tutto a grande distanza dalla vetta, ben 3 minuti e mezzo. Alla conclusione mancano due delle tappe più impegnative, domani e dopodomani, ed un circuito cittadino, domenica

Forse c'è la possibilità del pokerissimo per alberto loddo! Comuqnue, qualcuno sa darmi delle notizie sul corridore che ha vinto oggi? io non lo ho mai sentito nominare
purpo - Gio Feb 08, 2007 9:21 pm
Oggetto:
Scusate, causa connessione un pò schifosa ho inviato 2 messaggi perchè non mi caricava la pagina di invio mandato. Ad ogni modo ecco il 2o articolo di oggi, e a quanto pare non c'è solo Loddo


Etoile de Besseges Ieri nella prima tappa vittoria in volata per Angelo Furlan, che bagna nel migliore dei modi l'inizio della nuova avventura in maglia Credit Agricole. Il velocista veneto ha preceduto il britannico Cavendish, Ruggero Marzoli e Baden Cooke

Buon inizio anche per lui
tonyksoox - Ven Feb 09, 2007 11:13 am
Oggetto:
ho letto che 2 anni fa Loddo si era ritirato e solo su insistenza di Gianni Savio lo scorso anno aveva ricominciato a correre. sapete perchè si era ritirato?
purpo - Ven Feb 09, 2007 3:55 pm
Oggetto:
no mi spiace, non lo so, penso però che sia perchè in collinette di piccola ripidità faticava troppo, evidentemente si sarà allenato. Io non lo ricordo molto resistente in collina, comuqnue è solo un pensiero e un vago ricordo
cherubino - Ven Feb 09, 2007 5:21 pm
Oggetto:
Senti Purpo, prima del protour la situazione non era facile, ti ricordi?
Si chiedeva a gran voce che i corridori più forti partecipassero alle corse più importanti e non solo al Tour e a una classica.
Il protour ha portato le squadre più importanti al Giro, questo ammettiamolo ha fatto solo bene per la nostra corsa, purtroppo alcune ci sono venute solo per firmare la presenza, altre hanno dato spettacolo.
Non è l'idea del protour sbagliata in sè, è sbagliato il metodo:
Le squadre che non ottengono un certo punteggio devono passare ad un livello inferiore, di conseguenza devono salire quelle che hanno mostrato capacità e raggiunto il punteggio sufficiente.
Le gare protour sono troppe? Basta scegliere a quali partecipare e lottare per la classifica, l'anno successivo l'invito avverrà di diritto, così come hanno programmato i grandi organizzatori e ogni gara deve avere almeno 4 wild card.
Ogni squadra protour paga una licenza (in base al capitale investito) che serve a mantenere l'anti-doping e ad aiutare il sistema continental e professional a sopravvivere.
Il mondiale deve essere obbligatorio per i corridori ai primi 20 posti della classifica protour.

Inoltre io penso che le società dovrebbero avere un proprio nome giuridico e non quello dello sponsor, in questo modo ci sarebbe un legame tra la squadra e la sua storia, oltre alla fidelizzazione dei tifosi.
Ma questa è un'altra storia.
cherubino - Ven Feb 09, 2007 5:26 pm
Oggetto:
Basso alla Tirreno-Adriatico e alla Milano-Sanremo
purpo - Ven Feb 09, 2007 6:40 pm
Oggetto:
Purtroppo io non sono una memoria storica data la mia età (15 anni) e comuqnue sono un neo appassionato, perchè prima consideravo il ciclismo un pò noioso. L'ho iniziato ad apprezzare minimamente solo 4 anni fa, e l'ho seguito assiduamente solo per gli ultimi 2 anni, per cui non posso dirti come si stesse prima del protour. Ad ogni modo, io concordo su ciò che hai detto, se si facesse così allora si che le corse diverrebero molto più spettacolari. Perchè, al momento, che me ne faccio di una squadra protour al Giro se poi nn fa un cavolo? A questo punto meglio che ci metto una squadra di livello inferiore ma con volgia di onorare la corsa. Per ora funziona così, però con queste regole allora cnhe il protour sarebbe bene accetto, ed io lo sosterrei invece di andargli contro
purpo - Ven Feb 09, 2007 6:45 pm
Oggetto:
Riprendiamo con questo topic adesso, e metto qui questa lettera inviata a grandeciclismo:

O'Neal condannato: ci scrive la famiglia del bambino Il campione australiano a cronometro Nathan O'Neal è stato condannato dal tribunale penale di Pistoia per lesioni colpose ed omissione di soccorso nei confronti di un bambino di 4 anni. L'episodio risale al 2000, quando O'Neal correva per la Panaria ed era residente in Italia. Il corridore mentre era in allenamento invase la corsia opposta affrontando una curva in discesa, investì un bambino di 4 anni causandogli una doppia frattura alla gamba e se ne andò senza soccorrerlo. Da allora O'Neal è sempre sfuggito alle responsabilità: adesso il Tribunale l'ha condannato ad un risarcimento provvisionale di 20.000 euro in attesa del processo civile per risarcimento danni, ma O'Neal risiede all'estero ed i soldi potrebbero non arrivare mai. I genitori del bambino ci hanno scritto la loro storia, dall'incidente ai fatti degli ultimi giorni. Un'accusa che pubblichiamo qui, oltre alla sentenza, e che speriamo possa contribuire a smuovere questa drammatica vicenda

Scrivo alla Vostra redazione per informarvi che il ciclista australiano Nathan O'Neal è stato giudicato dal tribunale italiano per lesioni colpose e omissione di soccorso nei confronti di un minore e giudicato in contumacia colpevole.
Il fatto risale al 24 maggio 2000, giorno in cui il ciclista sopracitato investì durante un allenamento (in un centro abitato) un bambino di 4 anni (mio figlio) procurandogli la frattura esposta di tibia e perone e poi, non contento, se la dette a gambe o meglio "a pedali", svignandosela in sella alla sua bicicletta. All'epoca O'Neal correva per la squadra italiana "Panaria".
Fu mia preoccupazione sporgere querela contro ignoto per l'incidente. E qui cominciò il calvario di mio figlio con trazioni, operazioni, visite al Rizzoli di Bologna ecc.;ne ebbe per diversi mesi e a tutt'oggi il medico legale gli ha riconosciuto 10 punti di invalidità, come riportato sulla sentenza del tribunale, anche se dovremo aspettare lo sviluppo completo del bambino per capire quale danno abbia effettivamente riportato (la gamba destra è più lunga di circa due cm).
Fu per puro caso che io riuscii a rintracciare questo ignoto ciclista che, vistosi alle strette con una querela pendente sulla testa, non potè far altro che dichiararsi dispiaciuto (??) e andare a rendere una dichiarazione "spontanea" (??) dai carabinieri. Lo stesso mi fornì come garante di un risarcimento il numero di polizza di una assicurazione e gli estremi dei responsabili della sua squadra, ma sapeva già che essi non avrebbero risarcito un bel niente ed infatti dopo pochi mesi lasciò l'Italia per andare a correre in una squadra del New Jersey, la teamhealthnet, con la quale corre tutt'oggi.
Vani sono stati i tentativi di rintracciarlo sia da parte mia e del mio avvocato sia da parte della procura che aveva avviato il procedimento mosso dalla mia querela tanto che dopo quasi 5 anni il mio avvocato mi informava che il processo sarebbe andato in prescrizione perchè il ciclista non rispondeva all'invito a comparire, era irrintracciabile e non gli si poteva eleggere un domicilio. Ancora una volta fui io, domandandomi come fosse possibile che un ciclista di fama mondiale non potesse essere rintracciato dai magistrati, a trovarlo. Come feci ? semplice: consultando sul suo sito (nathanoneal.com) il calendario delle gare e scoprendo con meraviglia che, circa un mese dalla scadenza prevista per la prescrizione del giudizio, lo stesso sarebbe stato in Italia per la settimana ciclistica internazionale svoltasi in Romagna nel marzo 2005 ed in quella occasione convinsi il magistrato a far recapitare dai carabinieri del luogo l'avviso di comparizione al ciclista che quindi elesse domicilio presso l'avvocato d'ufficio. Nel 2006 si è tenuto il processo (O'Neal assente) : il ciclista è stato condannato senza il beneficio della pena condizionale dallo stato italiano e il tribunale gli intimava di risarcirmi con una provvisionale di 20000 euro in quanto mi ero costituito parte civile nel processo. Ancora una volta "il campione australiano" ha fatto l'indiano.. Non avendo le possibilità per impiantare una causa civile internazionale, l'unico modo che ho per farlo uscire dalla sua tana è quello di rovinare la sua immagine di campione dei miei stivali: quando vedo in internet la sua foto sorridente con un bambino in braccio mentre sponsorizza l'assicurazione proprietaria del team a cui appartiene mi viene il voltastomaco e mi domando : "chissà cosa penserebbe la gente, conoscendo questo fatto e guardando quella foto ? Forse che O,Neal dopo la foto ha maciullato la gamba di quel ragazzino?
Per questo, per la verità, Vi rivolgo l'appello a pubblicare sul vostro giornale questa notizia nella speranza che sia finalmente fatta giustizia.

Marcello Orlandini padre del bambino
Giovanna Menichini madre del bambino


Questo fatto mi ha lasciato alquanto esterrefatto, speriamo in una buona conclusione, mi sembrava giusto segnalarla qui
purpo - Ven Feb 09, 2007 6:48 pm
Oggetto:
Partiamo con le cronache di oggi, ecco la prima:

Langkawi, colombiani all'attacco Ancora un successo della Selle Italia - Diquigiovanni al Tour de Langkawi. Dopo il poker di Loddo anche le montagne sorridono al team guidato da Gianni Savio. L'8° tappa, la più dura, è stata vinta infatti dal colombiano Josè Serpa con 1'16'' sul connazionale e compagno di team Walter Pedraza. Doppietta quindi per la Selle Italia, che accorcia notevolmente la classifica: Anthony Charteau (Credit Agricole) ha perso infatti oltre 3' ed ora guida con appena 1'02'' su Serpa e 1'34'' su Pedraza quando manca ancora una tappa molto insidiosa. Si è rivisto anche Rujano (Unibet), oggi 3° al traguardo

A quanto pare la selle italia non si ferma, adesso oltre a Loddo c'è anche qualcun'altro che può portare splendore quest anno al team di Savio
purpo - Ven Feb 09, 2007 6:51 pm
Oggetto:
ed ecco la seconda:

Etoile de Besseges Nella seconda tappa si è imposto allo sprint l'australiano Baden Cooke (Unibet) davanti a Sebastien Chavanel (FdJeux) e Andrè Greipel (T-Mobile). Cooke passa anche al comando della generale scalzando Furlan, vincitore della 1° tappa. Per la Unibet un'altra vittoria senza il nome dello sponsor sulle maglie, visto che la legge francese proibisce la pubblicità del gioco d'azzardo

Vittoria per Cooke, 2a della Unibet in stagione mi sembra, ma ancora un caso che le gira intorno, secondo voi come si risolverà ( se si risolverà)?
purpo - Sab Feb 10, 2007 5:15 pm
Oggetto:
Oggi 3 corse, la 10ma e penultima tappa del Langkawi, la 3a dell'Etoile des besseges e il costa Etrusca. Partiamo dal Langkawi:

Langkawi, penultima tappa a Brutt Sul traguardo di Kuala Lampur (Malesia) Pavel Brutt (Nella foto) firma la prima vittoria della stagione della Tinkoff Credit Systems. Il giovane russo si è tolto la soddisfazione di precedere il connazionale Kolesnikov e il francese Drancourt nella nona tappa del Tour di Langkawi, che oggi si è disputata a Kuala Lampur sulla distanza di chilometri 170. Felicissimo Pavel Brutt: “Sono al settimo cielo. Sono riuscito a vincere la mia prima corsa da professionista e ho reso felici i miei direttori sportivi Piscina e Cozzi che mi seguono in ammiraglia. Tutta la nostra squadra della Tinkoff Credit Systems a corso per aiutarmi in questa impresa. Commesso è stato eccezionale nella fasi di copertura della tappa ed è riuscito anche a piazzarsi. Quando sono partito in prossimità del traguardo mi sono accorto che avevo qualche metro di vantaggio e che i miei avversari si erano arresi. A quel punto ho tirato dritto e sono riuscito ad arrivare all’arrivo. Questa prima vittoria nella massima categoria la voglio dedicare principalmente a Oleg Tinkov, per aver continuato a credere in me, e alla squadra”. E la Tinkoff Credit Systems gonfia il petto citando lo sforzo compiuto per arrivare a questo primo successo che giunge dopo una grande costanza di rendimento da parte del team russo-italiano del banchiere Oleg Tinkov, che giustamente si è trovato a festeggiare una vittoria meritata e di buon auspicio per la stagione appena iniziata. La classifica è rimasta invariata con il francese Anthony Charteau (Credit Agricole) con 1'02'' su Serpa e 1'34'' su Pedraza, entrambi della Selle Italia. Domani la chiusura con un circuito cittadino a Kuala Lumpur
purpo - Sab Feb 10, 2007 5:16 pm
Oggetto:
Ecco i risultati dell'etoile des besseges

Etoile de Besseges Nella tappa numero 3 successo del belga Nick Nuyens (Cofidis) su Vasili Kiryenka (Tinkoff) e Van Hecke. Nuyens è anche il nuovo leader della generale seguito dagli stessi corridori arrivati con lui oggi



Nuyens quest'anno farà bene, che ne dite?
purpo - Sab Feb 10, 2007 5:17 pm
Oggetto:
Ed ecco i risultati del costa Etrusca

Petacchi riparte dal Costa Etrusca - Dopo quasi un anno di delusioni ed infortuni è tornato ad essere il momento di Alessandro Petacchi. Il campione della Milram si è imposto per la 3° volta di fila nel GP Costa Etrusca. La corsa è stata contrassegnata da una lunga fuga a 4, con Bertogliati (Saunier Duval), , Salerno (Tenax), Palumbo (Acqua e Sapone) e Sobal (Cinelli) che sono stati raggiunti ad una decina di km dal traguardo...

finalmente Alejet ritorna alla vittoria!!!!!!!
cherubino - Dom Feb 11, 2007 9:43 am
Oggetto:
Si ma il treno non è un gran chè, al Giro e al Tour purtroppo per vincere gli servirebbe perfetto! Sad
purpo - Dom Feb 11, 2007 2:28 pm
Oggetto:
mah, magari quest'anno vedremo un Petacchi che si comporta come McEwen, senza treno
purpo - Dom Feb 11, 2007 8:53 pm
Oggetto:
un altro gradito ritorno

Il ritorno di Freire Il tre volte campione del mondo Oscar Freire è tornato alla vittoria alla prima prova del Challenge Maiorca, il Trofeo Mallorca, dopo che nella scorsa stagione aveva dovuto smettere di correre in agosto per problemi fisici. La corsa, sulla distanza di 100 km su circuito cittadino, è andata via ad oltre 50 all'ora, e si è chiusa con uno sprint generale in cui il campione della Rabobank ha preceduto un altro spagnolo, Josè Rojas, e il kazako Mikhailov. 5° Enrico Gasparotto, mentre Boonen non ha disputato la volata. Domani si prosegue con la seconda delle cinque prove, il Trofeo Alcudia
purpo - Dom Feb 11, 2007 8:53 pm
Oggetto:
Langkawi, cinquina di Loddo Si è chiuso con la quinta volata vincente di Alberto Loddo (Selle Italia Diquigiovanni) il Tour de Langkawi. Il corridore sardo ha preceduto il russo Trusov (Tinkoff) e l'argentino Richeze (Panaria). La classifica finale ha visto il successo di Anthony Charteau (Credit Agricole) sui due colombiani della Selle Italia, Serpa e Pedraza



Grande alberto, pokerissimo!
purpo - Dom Feb 11, 2007 8:54 pm
Oggetto:
Etoile de Besseges Nelle ultime due tappe due successi per Française des Jeux. Ieri Mengin ha battuto Amorison e Casper, oggi volatona con Sebastien Chavanel a precedere Angelo Furlan. Nella classifica generale la discriminante è stata la tappa 3, con Nuyens (Cofidis) che ha preso il comando e l'ha portato fino in fondo

Nick ha vinto, e penso che per lui uqest'anno non sarà il primo successo
purpo - Dom Feb 11, 2007 8:55 pm
Oggetto:
Dopo la vittoria al costa Etrusca, segnaliamo un'altra bella iniziativa di Alejet

Petacchi e la solidarietà Alessandro Petacchi parteciperà in qualità di ospite d’onore, domani 12 febbraio presso la ludoteca dell’ospedale Meyer di Firenze, alla conferenza stampa di presentazione delle Olimpiadi del cuore e del Galà di raccolta fondi previsto per il 14 febbraio, a favore dell’ospedale pediatrico Meyer di Firenze. Alessandro Petacchi : “ Paolo Brosio mi ha invitato a partecipare a questa iniziativa benefica, ed io ho accettato di cuore perché fare del bene è importante. Siamo sempre assorti nei nostri problemi quotidiani e spesso ci dimentichiamo di quanto siamo fortunati. Queste cose ti fanno riflettere ed apprezzare di più la vita”.
purpo - Lun Feb 12, 2007 8:59 pm
Oggetto:
Vinokourov parte dalla Valenciana Il 27 febbraio sarà il giorno del debutto stagionale di Alexandre Vinokourov. Il kazako prenderà parte alla Vuelta Valenciana, corsa a tappe spagnola che prenderà il via appunto il 27 febbraio da Alzira per concludersi dopo 5 tappe e 774 km a Valencia il 3 marzo. Vinokourov per questa stagione concentrerà quasi tutte le sue attenzioni sul Tour de France



Ritorna anche lui!
purpo - Lun Feb 12, 2007 8:59 pm
Oggetto:
Anche Simoni al Laigueglia Anche Gilberto Simoni ha scelto Laigueglia come rampa di lancio per la sua stagione 2007 nella quale, a dispetto dell’età, si propone di essere ancora altamente competitivo nelle grandi gare a tappe, ed in particolare al Giro d’Italia. Benché il percorso del Trofeo Laigueglia (183,3 km con due passaggi sul Passo del Ginestro e l’ultima ascesa al Passo del Balestrino, la cui vetta è a soli 32 km dall’arrivo sulla Via Aurelia) non sia dei più severi, il campione trentino sarà comunque capofila della Sanier-Duval, che tra gli altri schiererà anche l’ambizioso Riccò. La Saunier è una delle dieci formazioni Pro Tour (su un totale di 25) che prenderanno parte alla classica della Riviera di Ponente: giunta alla 44.sima edizione, la manifestazione ligure – in programma martedì prossimo, 20 febbraio - conferma il suo indiscutibile prestigio e l’indubbio richiamo che queste strade esercitano ad appena un mese dal grande appuntamento della Milano-Sanremo.
Altre novità interessanti per gli organizzatori si aggiungono con la confermata partecipazione di Igor Astarloa per la Milram, del francese Moreau e di Nocentini per la AG2R Prevoyance, dell’australiano McGee per la Francaise des Jeux, dell’olandese Thomas Dekker per la Rabobank, del sudafricano Robert Hunter nella Barloworld: si annuncia dunque una corsa di notevole caratura internazionale che tuttavia avrà presumibilmente in due formazioni italiane, Lampre e Liquigas, i punti di riferimento. Ballan (vincitore dell’ultima edizione), Bennati e Figueras da una parte, Di Luca, Pozzato e Nibali dall’altra: davvero una bella sfida.
La Rai ha confermato la copertura dell’evento con una differita su RaiSportSat alle ore 18.30 ed un ampio servizio nel TGSport.
cherubino - Mar Feb 13, 2007 10:46 pm
Oggetto:
Sarà antipatico Simoni ma alla Saunier Duval mi piace come corre.
A parte il Tour dello scorso anno in cui sembrava un prigioniero.

Il suo stile mi sembra meno provincialista rispetto a quando era con la Lampre.
Adesso corre corse importanti vicino agli avversari del suo livello che come lui preparano la stagione, anzichè cercare corsette dove fare punti facili, perchè gli avversari sono meno forti.
purpo - Mer Feb 14, 2007 2:10 pm
Oggetto:
secondo voi che farà quest'anno?
purpo - Mer Feb 14, 2007 7:13 pm
Oggetto:
Challenge Maiorca Nel Trofeo Soller vittoria di Antonio Colom (Astana) su Luis Leon Sanchez ed Alberto Contador. Buon 5° posto per Nibali. Ieri, nel Trofeo Pollença, 3° gara della Challenge Maiorca, successo di Thomas Dekker (Rabobank). Il corridore olandese è rimasto al comando sulla salita conclusiva insieme a Gusev (Discovery), Alberto Fernandez (Saunier Duval) e Mosquera (Karpin), poi battuti nell'ordine all'arrivo. Buon 7° posto per Bernucci (T-Mobile). Al comando della Challenge c'è ora Luis Leon Sanchez
purpo - Mer Feb 14, 2007 7:14 pm
Oggetto:
Mediterraneo: Gutierrez leader La cronosquadre d'apertura del Giro del Mediterraneo è andata alla Caisse d'Epargne di Josè Ivan Gutierrez, già argento mondiale della crono, che è il primo leader della corsa. Gli spagnoli hanno chiuso i 26,2 km in 31.54'' staccando di 15'' la Française des Jeux e di 17'' l'ottima Tinkoff di Hamilton. Nel pomeriggio tappa in linea pianeggiante
Edge - Mer Feb 14, 2007 10:14 pm
Oggetto:
Daniele Bennati (Lampre Fondital) ha vinto la seconda tappa del Giro del Mediterraneo, 107 chilometri Il corridore aretino ha battuto allo sprint Roberto Petito e lo spagnolo Igor Astarloa Ascasibar. Al termine della prima giornata della corsa e' sempre lo spagnolo Gutierrez a mantenere la maglia di leader conquistata oggi dopo la vittoria della Caisse d'Epargne nella crono a squadre.

da arezzonotizie.it
cherubino - Gio Feb 15, 2007 1:07 am
Oggetto:
Citazione:

secondo voi che farà quest'anno?

Per me salirà sul podio al Giro e vincerà una tappa alla Vuelta.
purpo - Gio Feb 15, 2007 6:12 pm
Oggetto:
Il 5 marzo si scopre la Coppi e Bartali Ormai è tutto pronto in vista di una nuova edizione della Settimana Internazionale di Coppi e Bartali, la gara a tappe organizzata dal Gruppo Sportivo Emilia, in programma dal 27 al 31 marzo 2007, che sarà presentata lunedì 5 marzo alle ore 10,30 presso l’Hotel des Bains di Riccione (Viale Gramsci). Durante il vernissage della manifestazione verrà svelato il percorso dell’edizione 2007 della gara vinta nella passata stagione da Damiano Cunego oltre ad una serie di rilevanti iniziative collaterali che caratterizzeranno i momenti che precedono e seguono la gara. Giunta alla sua nona edizione, la Settimana Internazionale di Coppi e Bartali nel corso degli anni ha registrato una crescita costante che l’ha portata ai vertici del ciclismo internazionale; una crescita valorizzata dalla presenza radicata sul territorio e dai grandi atleti che vi hanno partecipato. Anche nel 2007 il campo dei partecipanti si annuncia di primissimo piano; saranno, infatti, ben 25 le squadre al via, a fronte di ben oltre quaranta richieste di partecipazione, per un totale di 200 corridori
purpo - Gio Feb 15, 2007 6:13 pm
Oggetto:
Al Laigueglia si rivede Hamilton Il Trofeo Laigueglia è una corsa di sicuro prestigio e quest’anno festeggerà il suo 44° compleanno con un nutrito elenco degli iscritti (199 al momento) che presenta alcuni nomi di sicuro interesse.
Molto ampia la partecipazione straniera: è dell’ultima ora l’iscrizione dello statunitense Tyler Hamilton (Tinkoff) che dopo due anni di inattività e 26 vittorie in carriera ( tra cui una Liegi-Bastogne-Liegi, 2 Giri di Romandia e un Giro di Danimarca) torna sulla scena internazionale del ciclismo affamato di vittorie.
Molto forti però sono anche le ambizioni italiane. Filippo Pozzato è il pretendente numero uno alla vittoria: ha dimostrato più volte di avere affinità con le strade della Riviera di Ponente e soprattutto compirebbe l’impresa (mai riuscita ai suoi seppur illustri predecessori) di vincere per tre volte la classicissima ligure. Con lui la Liquigas schiera Danilo Di Luca (che all’occorrenza potrebbe anche piazzare un guizzo vincente) e Vincenzo Nibali.
Il suo compito non sarà però facile: Alessandro Ballan, che lo scorso anno ha iscritto per la prima volta il suo nome nell’albo d’oro farà di tutto per riuscire a bissare il meritato trionfo del 2006.
Particolare attenzione merita anche l’esordio stagionale di Gilberto Simoni che ha confermato la sua presenza al via martedì 20 febbraio prossimo alla giuda di una Saunier-Duval agguerritissima.
Sarà, come sempre, una corsa animata quella che si svilupperà sulla distanza di km.183,3 con il setaccio creato dai due passaggi sui 677 mt. del Passo del Ginestro (km. 39,8 e 81,6) prima della resa dei conti finale sul Passo del Balestrino (690 mt a meno di 32 km. dall’arrivo). Difficoltà altimetriche contenute, come è normale ad inizio stagione, ma tali da creare i presupposti per una sfida avvincente.
Le operazioni preliminari si svolgeranno a partire dalle ore 15 di lunedì 19 febbraio presso la Struttura “Ex-Sar” di via dei Glicini (Laigueglia). L’inizio della corsa è alle ore 10,40 (partenza dal Parcheggio San Sebastiano) mentre la conclusione è prevista per le ore 15.30 circa.
cherubino - Gio Feb 15, 2007 11:39 pm
Oggetto:
Il Laigueglia deve essere una bella corsa.
Non farò il tifo per Pozzato. Mi è antipatico.
Spero in Di Luca o addirittura Nibali.
Ma credo vincerà nuovamente Ballan.

Hamilton è fermo da troppo tempo, credo che prima di maggio o giugno non riuscirà ad ottenere niente di prestigioso.
purpo - Ven Feb 16, 2007 6:29 pm
Oggetto:
Carini subito a bersaglio Una fuga a cinque corridori e un grande successo per il bresciano Giovanni Carini, della Pagnoncelli Ngc Perrel, in volata su quattro compagni di fuga. Carini, 23 anni, ha vinto nel finale resistenza del francese Fabien Rey (Team Haribo) e dello spagnolo Oscar Pujol (Azpiru) aggiudicandosi la classica Route Atlantique che si è conclusa a Hesbaye dopo chilometri 107 di corsa. Un grande esordio davvero per la formazione lombarda di Elite e Under 23 che alla prima uscita stagione ha subito lasciato il segno con uno dei suoi migliori uomini. Ottava posizione, invece, per il campione italiano Marco Cattaneo. La campagna francese della Pagnoncelli Ngc Perrel proseguirà sabato 17 febbraio con la Boucles La Soule e Mauleon
purpo - Ven Feb 16, 2007 6:29 pm
Oggetto:
Cunego pronto al debutto Domenica sarà il giorno del debutto stagionale per Damiano Cunego. Il campione della Lampre-Fondital esordirà alla Vuelta Andalucia - Ruta del Sol, una corsa che si svolge su 5 tappe. Cunego troverà un parterre di rilievo, perchè sono attesi alla gara spagnola anche Boonen, Cooke, Freire, Evans, McEwen, Cioni, Mayo, Simoni e Joaquim Rodriguez tra gli altri. I successiv impegni del veronese sulla strada verso il Giro d'Italia saranno la Vuelta Valenciana dal 27 febbraio al 3 marzo (dove troverà Vinokourov) ed il 4 marzo la Clasica de Almeria, tutte corse spagnole. (Nella foto Cunego al Giro d'Italia 2006
cherubino - Sab Feb 17, 2007 5:03 pm
Oggetto:
Sono convinta che Cunego vincerà almeno una corsa prima del Giro.
purpo - Dom Feb 18, 2007 8:27 pm
Oggetto:
speriamo che lo faccia
Mediterraneo, tappa a Balducci Dopo l’invito al Giro d’Italia l’Acqua & Sapone festeggia la prima vittoria stagionale oggi al Giro del Mediterraneo. Lo aveva annunciato alla presentazione della squadra Gabriele Balducci, aveva detto: <Sarò il primo a vincere anche quest’anno, Masciarelli mi tiene in squadra solo per questo>. E ha mantenuto la promessa, vincendo la quinta tappa del Giro del Mediterraneo battendo allo sprint Daniele Bennati (Lampre). Per il toscano Balducci si tratta dell’ottavo successo da professionista, nel 2007 è giunto secondo a Donoratico e terzo nella terza tappa del Giro del Mediterraneo: <Sono davvero contento – ha commentato al traguardo di La Garde (dopo 145 km) -, la squadra ha svolto un lavoro fantastico, Andriotto e Codol hanno dato un contributo importante, poi la Lampre ha preso in mano la situazione, ma in volata sapevo che ero più forte di Bennati, e infatti ho dimostrato di avere una condizione fantastica. Anche a Donoratico avevo fatto una grande volata, ma la caduta di De Jongh mi aveva messo fuori gioco. Sono contentissimo di questa vittoria ho un bel morale spero di sfruttare al meglio questo momento>. Il ds Franco Gini ha commentato la vittoria con entusiasmo: <La tappa non era iniziata nel migliore dei modi, Stefano Garzelli aveva fastidio al ginocchio destro, dopo le cadute dei giorni scorsi, e abbiamo preferito fermarlo. Poi ci siamo concentrati sulla corsa e la squadra ha risposto nel modo migliore, si lavora in un clima davvero sereno e con tanto affiatamento da parte di tutti. Un plauso a tutti i ragazzi>. Il team manager Palmiro Masciarelli spiega il buon momento dell’Acqua & Sapone Caffè Mokambo: <La squadra ha fiducia nei suoi mezzi è un bellissimo ambiente e l’invito al Giro d’Italia ha fatto sbloccare i ragazzi che oggi hanno dato il massimo. Già da ieri sera, quando hanno appreso dell’invito della Rcs, mi avevano promesso una vittoria. Oggi Balducci è stato strepitoso, ha capito bene come muoversi nella volata. Si sta impegnando tantissimo grazie ad uno stile di vita inflessibile che sta svolgendo nelle ultime settimane>. Dietro a Balducci si sono piazzati Bennati, Lorenzetto, Furlan, Zanotti e Chicchi, un sestetto tutto italiano. Nella generale nessun problema per Josè Ivan Gutierrez (Caisse d'Epargne) ancora con 52'' su Ricardo Serrano (Tinkoff)
purpo - Dom Feb 18, 2007 8:27 pm
Oggetto:
Le stelle tra California e Andalucia Iniziano domani due brevi corse a tappe che vedranno al via molti big. In America si svolge il Giro di California, da domani a domenica 25, con Basso, Hincapie, Leipheimer, Cancellara, O'Grady, Voigt, Bettini, Rasmussen, Ciolek, Rogers, Paolini, Hushovd, Wegmann. «Il Tour di California è una corsa a tappe di altissimo livello – spiega il team manager della Liquigas Roberto Amadio –: lo conferma il valore degli atleti iscritti. Dovremo vedercela con numerosi big, a partire da Ivan Basso e Paolo Bettini, senza dimenticare i corridori della CSC, in particolare Cancellara, Julich e Voigt. Il nostro obiettivo è la vittoria di tappa, un traguardo alla portata di Gasparotto, Paolini e Quinziato. Per quanto riguarda la classifica finale, puntiamo ad un buon piazzamento con Pellizotti». In Spagna, invece, alla Vuelta Andalucia, da domani a giovedì, si sfidano Cunego, Cooke, Boonen, Freire, McEwen, Evans, Hoste, Mercado, Mayo
purpo - Lun Feb 19, 2007 7:04 pm
Oggetto:
Rebellin debutta in Portogallo Anche per Davide Rebellin è il momento del debutto stagionale. Il capitano della Gerolsteiner farà il suo esordio in Portogallo, alla Vuelta Algarve una corsa a tappe che si svolge da mercoledì a domenica prossimi. Con Rebellin sarà in corsa anche Stephan Schumacher e nella stessa prova la Quickstep-Innergetic farà esordire Peter Van Petegem
purpo - Lun Feb 19, 2007 7:05 pm
Oggetto:
Andalucia, tappa a Freire Nella seconda tappa della Vuelta Andalucia è andato a segno Oscar Freire (Rabobank), che su un arrivo in leggera ascesa ha preceduto Francisco Ventoso (Saunier Duval) allo sprint. Per Freire è la seconda vittoria stagionale dopo la gara d'esordio a Maiorca. Leader della classifica resta Dario Cioni (Predictor), vincitore della tappa di ieri

Grande Dario Cioni!
cherubino - Mar Feb 20, 2007 9:17 am
Oggetto:
Ivan Basso è caduto nel circuito del Tour of California.
Ha battuto il ginocchio. Speriamo bene. Confused
purpo - Mar Feb 20, 2007 6:12 pm
Oggetto:
speriamo non si sia fatto troppo male.

Ecco 1 dei 2 articoli di oggi:
California, tappa a Brown Conclusione in volata nella seconda tappa del Giro di California. Ad imporsi è stato l'australiano della Rabobank Graeme Brown davanti ad Henderson (T-Mobile), Allan Davis (Discovery) e Hushovd (C.Agricole). Leipheimer (Discovery), vincitore del prologo guida sempre la classifica davanti a Donald e Jacques-Maynes, anche grazie ad una libera interpretazione del regolamento da parte della giuria: Leipheimer era rimasto attardato insieme a molti altri corridori, tra cui Basso, per una caduta a 9 km dal traguardo, ma i distacchi sono stati annullati. Basso nella caduta ha picchiato un ginocchio ma non sembra di niente di serio
purpo - Mar Feb 20, 2007 6:12 pm
Oggetto:
Tinkoff: vittorie ma il regolamento non c'è Il team Tinkoff Credit.Systems ha ottenuto delle ottime prestazioni tra la Malesia e la Francia dove ha conquistato due vittorie, prima con Pavel Brutt al Tour di Langkawi e poi con Mihkail Ignatyev al Giro del Mediterraneo: in quest’ultima gara a tappe, la formazione del banchiere Oleg Tinkov, ha ottenuto il secondo posto in classifica generale con lo spagnolo Ricardo Serrano, il quinto e il sesto con i russi Ivan Rovny ed Evgeny Petrov vincendo anche la classifica generale riservata ai giovani con Ivan Rovny. Un avvio di stagione decisamente valido e gratificante per la squadra del team manager Omar Piscina a conferma di uno sforzo compiuto da tutto l’entourage russo-italiano: “Il bilancio di questa prima parte della stagione non può che essere favorevole- afferma Piscina-. Abbiamo lasciato il segno in tutte le gare a cui abbiamo partecipato, dimostrando di avere una solida squadra e atleti che emergeranno ancora di più in futuro. Ma soprattutto siamo felicissimi per come i ragazzi stanno lavorando a testimonianza della grande armonia che si respira nella Tinkoff Credit Systems”. Intanto oggi la formazione torna a respirare l’aria di casa schierandosi alla partenza del Trofeo Laigueglia con otto corridori: Hamilton, Brutt, Commesso, Ignatyev, Rovny, Kiryenka, Petrov e Serrano. Oltre alle prestazioni della squadra c’è soprattutto grande la grande soddisfazione di poter correre il Giro d’Italia e le maggiori corse organizzate da Rcs Sport, un po’ meno per le dichiarazioni poco eleganti nei confronti di un team che ritiene di non aver rubato nulla, come ha confermato Stefano Feltrin, general manager della società italo-russa. «La nostra felicità, come l’amarezza di chi è stato escluso, è più che comprensibile, ma trovo inadeguate e poco signorili le parole del presidente dell’UCI Pat Mc Quaid, il quale punta il dito solo su due corridori, Hamilton e Hondo, che in passato sono stati fermati per vicende di doping. Vorrei precisare che noi ci siamo comportati nel rispetto dei regolamenti vigenti che l’Uci e lo stesso Mc Quaid hanno varato. Secondo noi le sentenze vanno sempre rispettate ma una volta scontata la squalifica, un atleta deve poter tornare a svolgere la sua professione di ciclista professionista, a condizione di rispettare le regole. Fin quando questa sarà la regola, ognuno è tenuto a rispettarla: noi della Tinkov per primi». Non meno chiaro, ma per certi versi anche più forte, il richiamo del patron Oleg Tinkov. «Sono felicissimo di sapere che il mio team è stato ben accolto dagli organizzatori della seconda più importante corsa a tappe del mondo. Questo per me e per tutti i miei collaboratori è motivo di grande soddisfazione ma anche di grande responsabilità. Sono altresì dispiaciuto che il presidente dell’Uci si sia preoccupato per talune squadre e per altre no. Capisco la posizione imbarazzante da parte del massimo organismo mondiale per la questione Unibet, team di Pro Tour che non ha ricevuto una wild-card per partecipare al Giro, ma vorrei semplicemente ricordare che questo non è un problema del mio team, ma di un regolamento troppo evasivo e pasticciato. Quando i regolamenti sono poco chiari, la confusione regna sovrana. Mi preme segnalare un ultima cosa. Alla vigilia del mio ingresso nel ciclismo parlai personalmente con il presidente Mc Quaid, e gli chiesi semplicemente: “Presidente cosa devo fare per poter essere riconosciuto team di Pro Tour?” La risposta è stata in linea con i regolamenti: evasiva, vaga, priva di garanzie. Davanti agli occhi abbiamo la sconcerto di un team forte e qualificato come quello della Barloworld, che ha fatto domanda e non è stato accettato e, dall’altra, quella dell’Unibet che è stata accettata ma oggi si trova nella posizione di chi non è stata nemmeno presa in considerazione. Questo per chiarezza e per riportare il discorso e la discussione lontano dalla Tinkov e più vicino al quartier general dell’Ucid ad Aigle».
cherubino - Mer Feb 21, 2007 12:08 am
Oggetto:
L'UCI è nei guai e va bene così visto quello che diceva Verbruggen quest'estate.

Al Laigueglia Ignatiev ha fatto un numero eccezionale.
Sarà da tenere d'occhio alla Tirreno e alla Sanremo.

Pozzato ha dimostrato che pensa troppo poco alla bici e Ballan una vera delusione.
purpo - Mer Feb 21, 2007 7:02 pm
Oggetto:
per ballan penso che sia ancora un pò prestino, penso che proverà a modificare leggermente il suo programma sempre puntando alla roubaix ma facendo più classiche da un giorno collinari.

Intanto i risultati di oggi sono che Boonen ha vinto in Andalucia davanti a Napolitano (Cioni caduto ma senza conseguenze), e Haedo ha vinto al California
cherubino - Gio Feb 22, 2007 12:27 am
Oggetto:
E questa sera Voigt (sempre CSC) ha vinto al California.
cherubino - Mar Feb 27, 2007 7:02 pm
Oggetto:
Nel vostro calendario non c'è la Vuelta a Murcia.
Sapete dirmi la data per cortesia? Grazie. Smile

Intanto è iniziata la Valenciana.... Sembra si corra in Italia, visto l'arrivo:

Bennati su Petacchi che ha forato quasi all'arrivo.

Paride Grillo fermato per ematocrito alto.... Evil or Very Mad (c'è ancora chi ci casca!!)
tonyksoox - Sab Mar 03, 2007 12:55 pm
Oggetto:
Trionfo spagnolo nela tappa più attesa della Vuelta Valenciana, con arrivo in salita all'Alto de Campello: ad imporsi è stato il giovane Alberto Contador, portacolori della Discovery Channel, che ha preceduto Valverde e lo sloveno Valjavec della Lampre. E proprio Alejandro Valverde è il nuovo leader della classifica generale. Da segnalare che Damiano Cunego ha chiuso in diciottesima posizione con 34" di ritardo dal vincitore; meglio di lui, tra gli italiani, hanno fatto Sella e Celestino.
grandeciclismo - Dom Mar 04, 2007 6:22 pm
Oggetto:
cherubino ha scritto:
Nel vostro calendario non c'è la Vuelta a Murcia.
Sapete dirmi la data per cortesia? Grazie. Smile

Intanto è iniziata la Valenciana.... Sembra si corra in Italia, visto l'arrivo:

Bennati su Petacchi che ha forato quasi all'arrivo.

Paride Grillo fermato per ematocrito alto.... Evil or Very Mad (c'è ancora chi ci casca!!)


la Vuelta Murcia in un primo tempo era stata cancellata, poi invece hanno trovato nuovi fondi e allora si farà
tonyksoox - Mar Mar 06, 2007 3:13 pm
Oggetto:
Nuovo successo, il terzo in questa Valenciana, per Daniele Bennati. Il velocista toscano della Lampre-Fondital ha battuto nuovamente Petacchi (Milram) ed il compagno di team Corioni. Alejandro Valverde (Cd'Epargne) conserva la maglia di leader anche in quest'ultima tappa ed è quindi il vincitore finale davanti allo sloveno Valjavec (Lampre).
tonyksoox - Mar Mar 06, 2007 3:14 pm
Oggetto:
Nel Gp Chiasso vittoria di Pavel Brutt, il russo che prolunga il momento magico della neonata Tinkoff. Brutt ha preceduto Rebellin (Gerolsteiner) e Mazzanti (Panaria) in una volata ristretta.Ballan caduto durante la corsa è stato costretto al ritiro
tonyksoox - Mar Mar 06, 2007 3:14 pm
Oggetto:
L'apertura della stagione belga, con la 62° edizione della Het Volk, ha scoperto un Filippo Pozzato (Liquigas) vincente anche nel grande nord, che si è presentato così nelle zone che potrebbero diventare il suo terreno di caccia preferito. La corsa si è disputata tra un mare di gente, come sempre in Belgio, ed in una giornata classicamente di brutto tempo. Nella prima parte, quella con i celebri muri del Fiandre, è andata via una fuga che ha visto protagonisti, tra gli altri, Quinziato (Liquigas), Bernucci (T-Mobile), Steegmans e Roesseler (Quickstep). Esaurita questa azione ad una cinquantina di km dal traguardo sono entrati in gioco i grossi calibri, dopo un assolo del gigante Roesems (Predictor): un fortissimo Gilbert (FdJeux), condizionato anche da una caduta, e Boonen (Quickstep) hanno lanciato la selezione sull'ultimo settore di pavè da cui è rimasto il gruppetto che si è giocato la vittoria. All'uscita del pavè O'Grady (CSC) e Flecha (Rabobank) hanno approfittato di un attimo di riorganizzazione del gruppo per andarsene e guadagnare una ventina di secondi, e nonostante un inseguimento di Boonen a cui poi si sono aggiunti i due suoi ex compagni di squadra Pozzato e Nuyens (Cofidis), oltre a Baden Cooke (Unibet), l'azione dei due è sembrata risolutiva. All'ultimo km però la melina tra Flecha e O'Grady ha avuto il sopravvento ed uno scatto di Nuyens ha permesso di rimarginare il divario. Pozzato ne ha allora approfittato per tirare dritto come una moto, un colpo che ha messo alle corde Boonen, incapace di reagire. Il vincentino ha così colto la vittoria davanti a Flecha, Boonen, Nuyens, O'Grady e Cooke, staccatosi all'ultimo km.
tonyksoox - Mar Mar 06, 2007 3:19 pm
Oggetto:
Riscatto di Luca Mazzanti, il bolognese della Panaria Navigare, che dopo la terza posizione di ieri a Chiasso, oggi nel Gran premio di Lugano si è imposto davanti allo spagnolo Arretunandia (Barloworld) e al russo della Tinkoff Credit Systems, Petrov.
tonyksoox - Mar Mar 06, 2007 3:21 pm
Oggetto:
Ieri la vittoria di Pippo Pozzato nella Het Volk, oggi la risposta di Tom Boonen nella Kuurne - Bruxelles - Kuurne. Una corsa senz'altro meno spettacolare e selettiva rispetto a quella vinta da Pozzato, con meno difficoltà e più lontane dal traguardo. Un'azione di nove uomini iniziata da un gruppetto capeggiato da Devolder (Discovery) ha preso corpo negli ultimi muri in pavè, tra cui l'Oude Kwaremont, con Scheirlinckx (Cofidis) che ha portato via un altro drappello dal gruppone a cui si è aggiunto subito anche O'Grady (CSC). Si sono così trovati al comando in nove con 3', con la Quickstep di Boonen che ha lasciato il lavoro sporco di ricucitura a Skil-Shimano, AG2R e Credit Agricole, entrando poi in azione solo negli ultimi km. Van Hecke (Predictor) e Pronk (Unibet), ultimi reduci della fuga, si sono dovuti arrendere a poco più di 1 km dal traguardo e Steegmans (Quickstep) ha pilotato magistralmente Boonen verso la vittoria davanti a Sieberg (Milram), Keisse (Ch. Jacques), Sebatien Chavanel (FdJeux). Qualche altra nota: Pozzato si è ritirato all'inizio del circuito conclusivo di Kuurne dopo essere stato costretto ad inseguire per un problema meccanico, Hoste (Predictor) si è sbracciato per tutta la corsa cercando nervosamente collaborazione per portare via, senza riuscirci, una fuga
Tutti i fusi orari sono GMT + 1 ora
Powered by phpBB2 Plus based on phpBB